Intervista

Intervista doppia con Angelica Mastronardi e Rossella D'Onghia

12.04.2019

Nuovo appuntamento con la doppia intervista per le ragazze del settore giovanile della Real Volley Noci. Oggi è il turno delle opposte Angelica Mastronardi e Rossella D'Onghia, impegnate nel campionato di seconda divisione.

Nome

Angelica

Cognome

Mastronardi

Età

15

Ruolo

Opposto

Perché hai scelto di giocare a pallavolo?

Ho scelto la pallavolo quando avevo all'incirca 8 anni. Vedevo spesso in televisione la serie A e agli occhi di una bambina tutta quella potenza e quella bravura affascinavano molto, a tal punto di farmi essere convintissima sulla mia scelta

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno è quello di realizzarmi come pallavolista, quello di riuscire a migliorare sempre più nella tecnica e di poter, così, affermarmi pienamente in questo sport

Cosa pensi della tua compagna di squadra?

La mia compagna è una delle poche con la quale ho legato fin da subito. Mi ha sempre sostenuta nella mia crescita "professionale" come anche io faccio tutt'ora. È sempre stata un'amica, sia all'interno che all'esterno della squadra, e sappiamo di poter contare sempre l’una dell’altra.

Nome

Rossella

Cognome

D’Onghia

Età

14

Ruolo

Opposto

Perché hai scelto di giocare a pallavolo?

La passione per la pallavolo è nata quando ero molto piccola mentre guardavo un cartone animato su di essa e, vedendo i personaggi impegnarsi tanto in questo sport, ho deciso di volermi impegnare anche io così. Sono cresciuta coltivando questo sogno anche grazie a mio padre che, avendo giocato quando era un ragazzo, mi parlava delle partite che aveva disputato e delle emozioni che aveva provato.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto è, oltre continuare a giocare a pallavolo, di diventare un'investigatrice. Ho sempre amato leggere, soprattutto i libri gialli perché sono ricchi di mistero e suspance. Però, piuttosto che essere un'investigatrice privata, preferirei lavorare con la polizia come commissario così da poter risolvere i casi più difficili e misteriosi che un investigatore privato non potrebbe seguire

Cosa pensi della tua compagna di squadra?

Angelica é una ragazza simpatica, dolce e brava a giocare. Per me è un piacere poter giocare con lei con la quale condivido non solo l’amicizia ma, anche, la passione per questo sport.

 

Pallavolo compagna di vita
A DUE PUNTI DALLA SALVEZZA