Intervista

"Registrare quello che accade"

Intervista a Gianni Mastrovito, scoutman della Deco Domus Noci

21.11.2018

Seduto a fondo campo, con gli occhi sempre incollati al portatile, lo scoutman sembra quasi disinteressarsi alla gara. In realtà il ruolo svolto da Gianni Mastrovito, al suo secondo anno con la società nocese, è indispensabile per lo studio dei dati numerici prodotti dalla squadra e dell’avversario.

Ci spieghi cosa fa uno scoutman?

Il ruolo dello scoutman è quello di “registrare” tutto quello che accade durante una partita tramite codici da inserire in software specifici. In realtà questo ruolo non è poi così semplice e banale come può sembrare Il vero lavoro scoutman comincia a casa, quando si lavora sulla partita appena conclusa, la si corregge, si cerca di capire cosa ha costituito un problema per la squadra e cosa, d’altra parte, è stato un punto di forza

Quanto è importante il tuo lavoro per preparare una gara?

Io credo che il mio lavoro possa essere allo stesso tempo superfluo e indispensabile, dipende tutto dal livello di cui si parla e dal modo di lavorare dei tecnici. Ci sono, infatti, allenatori che non necessitano di questa figura o non la richiedono e altri, invece, che non ne fanno a meno. Questa figura diventa sempre più utile soprattutto per la preparazione delle gare

Statistiche alla mano, chi sono le protagoniste del girone?

Senza dubbio le favorite del nostro girone sono Castelbellino e Castellana, due squadre ben attrezzate che nelle prime quattro giornate hanno già dimostrato il loro valore ottenendo il pieno punteggio. Sicuramente avremo una stagione molto impegnativa che difficilmente ci farà regali gratuiti.

 

Qidea - Ufficio Stampa

Tel - Fax 080/4977351

info@qidea.it

LA DECO DOMUS VINCE ANCORA
"Il livello del girone è alto"